Teatro, arte e cinema: la cultura per contrastare la violenza di genere

8 Marzo 2021/Comunicati stampa

Sensibilizzare, fare cultura di genere, abbattere stereotipi.
Sono questi i fronti su cui me.dea intende impegnarsi nei prossimi mesi, a partire simbolicamente da questo 8 marzo, ritenendoli l’unica strada possibile per prevenire e contrastare la violenza di genere.
L’associazione ha in cantiere tre nuovi progetti.


Anteprima Festival Fragole e Pomodori
Consapevoli che la violenza di genere è un problema sociale diffuso, me.dea ha pensato che un modo per contrastarlo possa essere quello di dare voce a una cultura condivisa, ideando il Festival Fragole e pomodori, che riunisce in sé sapere, valori, territorio e problematica sociale. L’evento si svolgerà nel 2022 ed è ancora in fase di organizzazione, ma compatibilmente con le restrizioni legate all’emergenza Coronavirus, è intenzione dell’associazione organizzare un’anteprima in estate ad Alessandria. Il nome della rassegna è un omaggio alle donne braccianti impiegate e sfruttate nel nostro mezzogiorno per la raccolta delle fragole e dei pomodori. Queste donne per lavorare subiscono diverse forme di violenza a cui si aggiunge anche quella sessuale ad opera dei padroni o dei supervisori: è significativo il fatto che nella provincia di Ragusa vengano praticati circa 8 aborti alla settimana. Per me.dea vale il principio che per ogni donna uccisa, violentata, offesa, siamo tutte parte lesa.
L’idea è di creare un filo rosso tra la provincia di Alessandria e Palermo, attraverso tre spettacoli teatrali e una cena, atto fisiologico ma dal grande valore simbolico perché il cibo è più di un alimento, è relazione, cultura, identità, impegno, cura. La rassegna vede la collaborazione tra me.dea e NIDODIRAGNO, casa di produzione e distribuzione di spettacoli musicali e teatrali, di Angelo Giacobbe, che ricoprirà il ruolo di direttore artistico del Festival.


Le cartoline dell’illustratrice Arkaura
Margherita Lacqua

L’artista visionaria Arkaura Margherita Lacqua*, autrice delle carte Il Cammino dell’Alchimista e coautrice di Verso Uno, in occasione dell’Incontro Annuale Tende Rosse e Cerchi di Donne “Ricomincio da Me(Dea)” ha realizzato alcune cartoline illustrate con il personaggio mitologico di Medea e ha deciso di donarle all’associazione, come mezzo di raccolta fondi. Le tre immagini rappresentano donne misteriose e sole, in dialogo con la luna.
Le carte sono disponibili presso l’associazione me.dea (offerta minima 3 euro).

Per informazioni: me.deacontroviolenza@gmail.com.

*Arkaura Margherita Lacqua da diversi anni conduce cerchi di donne e misti, meditazioni, workshop di arte sciamanica e pittura intuitiva, percorsi di consapevolezza, cerimonie e capanne sudatorie condividendo gli insegnamenti ricevuti da Donne e Uomini Medicina e le personali esperienze di cammino.

 

Un cortometraggio per parlare agli uomini
Tre giovani filmmakers con la voglia di raccontare il mondo attraverso prospettive inusuali, diverse dall’approccio diretto tipico della comunicazione istituzionale. Nasce da qui l’idea di un cortometraggio che vuole parlare di violenza di genere soprattutto al mondo maschile, mostrando la visione distorta di un rapporto possessivo e le conseguenze di comportamenti prevaricatori e violenti. Lo realizzeranno Bruno Ugioli, Riccardo Menicatti e Stefano D’Antuono, amici e creatori della casa di produzione Fuoricampo Film**. Il progetto sarà finanziato nelle prossime settimane attraverso una campagna di crowdfunding e parte dei proventi raccolti verranno destinati all’associazione me.dea.

**Fuoricampo Film nasce nel 2011. Oggi ha consolidato una produzione variegata e di qualità, partecipando e aggiudicandosi premi in diversi festival cinematografici: il cortometraggio “Il contrario di vita” è entrato nella selezione ufficiale di Piemonte Movie gLocal Film Festival 2017, dove due anni più tardi “Whitexploitation” ha ricevuto la Menzione speciale al miglior cortometraggio. “Tutto il tempo che vogliamo” ha ricevuto lo stesso riconoscimento al concorso Corti di lunga vita 2019. “Mezze stagioni”, ultimo corto realizzato dal collettivo, è stato premiato con Menzione speciale e Premio alla colonna sonora all’ultimo Piemonte Movie gLocal Film Festival.

La presidente me.dea Sarah Sclauzero esprime soddisfazione per questi progetti: “come non si è fermata l’attività istituzionale dei nostri Centri e delle Case Rifugio, allo stesso modo, è proseguito il lavoro di prevenzione, sensibilizzazione e raccolta fondi, impegno che oggi confluisce nel rilancio della grande campagna di fundraising LIBERE TUTTE, che proponemmo a fine 2019 e che presto dovemmo interrompere a causa dell’emergenza Covid. L’obiettivo resta quello di raccogliere 50 mila euro entro la fine del 2021, per sostenere tutte le nostre attività. Siamo felici di queste collaborazioni, che ci consentono di intercettare mondi a noi meno familiari, ma dal grande valore comunicativo, ringraziamo tutti i nostri partner per la sensibilità dimostrata e coloro che vorranno aderire a questi progetti”.

Grazie”, me.dea lo vuole dire oggi anche ad alcuni attori del territorio e non solo che, in occasione della Giornata Internazionale della donna, hanno messo in campo per l’associazione iniziative di sensibilizzazione e sostegno.

È il caso dei Lions Club International Distretto 108la2 e LIONS NEW VOICES che il 18 marzo alle ore 21.00 organizzano una serata divulgativa online sulle donne nell’arte. Per partecipare è richiesta una donazione minima di 10 euro per finanziare il loro service “Lo scrigno magico” a favore del sostegno psicologico per i bambini accolti insieme alle mamme nelle case rifugio gestite dall’associazione me.dea.

Il Comune di Novi Ligure propone un calendario di iniziative che spaziano da una mostra dedicata alla prima donna ufficiale della storia a un video racconto dedicato al lavoro di filatrice.

Prosegue, anche per quest’anno, la vendita dei Baci di Napoleone presso il Caffè dell’Angolo di Spinetta Marengo in una speciale confezione da 500 grammi: i famosi dolci della tradizione dolciaria alessandrina incontrano Giuditta, la figura ideata da me.dea come emblema di tutte le donne che lottano per uscire dalla violenza. L’offerta minima è di 18 euro e parte del ricavato sarà devoluta al Centro Antiviolenza.

Infine, me.dea ha accolto positivamente l’impegno del Comune di Rosignano Monferrato di sottoscrivere la “Carta di Intenti contro il femminicidio” promossa dall’Associazione “La Città delle Donne Aps” di Torino in collaborazione con l’Ass “Magistrate Avvocati Giuristi Europee Donne” ed altre realtà associative nazionali. Il progetto vuole dare rilievo a una problematica purtroppo diffusa e contribuire alla sensibilizzazione di chi governa, affinché vengano adottate politiche di tutela per le donne.

Condividi
Created by MARTA.CO