Il Centro

organigramma

Il Centro, gestito da operatrici professionali volontarie e non, tutte qualificate sul tema della violenza, offre una prima accoglienza alle donne vittime di violenza.
Al Centro vengono offerti, gratuitamente, i seguenti servizi:

  • percorsi di counselling individuale volti all’elaborazione della situazione che le donne vittime vivono e all’individuazione di strategie utili per consentire loro di uscire dalla prigionia in cui sono soggiogate;
  • prima consulenza legale, grazie alla collaborazione con alcune socie-avvocate;
  • servizio di sostegno alla genitorialità, con la presenza di un’operatrice dedicata, rivolto a tutte quelle donne, madri, che vogliono recuperare una relazione armoniosa con i loro figli, vittime anch’essi di una violenza familiare;
  • gruppi di aiuto-mutuo aiuto, considerando il gruppo come occasione di scambio di esperienza e di sostegno reciproco;
  • servizio di mediazione interculturale, per superare gli ostacoli che le differenze linguistiche e culturali possono generare nel percorso di aiuto.
Dal 2009 ad oggi me.dea ha accolto oltre 900 donne, provenienti dall’intera provincia di Alessandria.
Tra contatti telefonici e accessi diretti, il Centro Antiviolenza registra in media 15-20 nuovi casi al mese.

Nel 2015 le donne aiutate sono state 141, concentrate nella fasci di età tra i 30 e i 50 anni.
L’80% di loro ha un buon grado di istruzione (laurea o diploma) e un lavoro.
Il 60% sono italiane. Seguono donne di nazionalità marocchina, russa, ucraina, tunisina e dell’est Europa.

Nel 90% delle situazioni prese in carico nel 2015, ad agire violenza è stato il marito/compagno o l’ex.
Si tratta nel 60% dei casi di violenza fisica, quasi sempre accompagnata da quella psicologica, che da sola si è manifestata nel 24% dei casi.

 

Per conoscere i dati nel dettaglio vai nella sezione download

buona causa

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ME.DEA

SEGUICI!

Created by MARTA.CO